Fondazione Fondazione bacheca 2017

Statuto C.d.A. (Consiglio d'Amministrazione) & Revisori Comitato Scientifico-Garanzia Staff Programma attività Relazioni finali bilanci consuntivi Ich trete bei - mi associo Quaderni della Fondazione bacheca 2005 bacheca 2006 bacheca 2007 bacheca 2008 bacheca 2009 bacheca 2010 bacheca 2011 bacheca 2012 bacheca 2013 bacheca 2014 bacheca 2015 bacheca 2016 bacheca 2017
LesboAngalià - Asgi news 2017 relazione mondialità 2017
bacheca 2018 bacheca 2019 bacheca 2020 bacheca 2021 bacheca 2022 Bergamaschi Paolo-info Mezzalira Giorgio Info memoria adelaide aglietta andreina emeri anna segre anna bravo lisa foa renzo imbeni marino vocci giuseppina ciuffreda José Ramos Regidor clemente manenti simone sechi findbuch - archivio Comunicati Stampa LAVORA CON NOI
RE 2009-giardino dell'Arca (18) Spazio all'integrazione! (12)

Irfanka Pasagic: La sentenza Mladic all'Aja

20.11.2017, Tuzlanska Amica

Domani, 22 novembre 2017, al Tribunale dell'Aja verra' emessa la sentenza a Ratko Mladic, comandante bellico dell'esercito della Repubblica Srpska, accusato dei crimini piu' gravi, tra cui genocidio, terrorizzazione dei civili, presa in ostaggio degli appartententi alle forze di pace dell'ONU...
Purtroppo, la sentenza, qualunche essa sara', non ridurra' il dolore dei sopravvissuti perche' manchera' ancora  la condanna del male che ha fatto. Continueranno a glorificarlo come un eroe, come stanno facendo anche in questi giorni. I media in Serbia sono sommersi di testi sul generale Mladic, sul Tribunale dell'Aja come un tribunale antiserbo, ma da nessuna parte vengono menzionati i crimini per i quali e' sotto processo.
E questo fa male.  Il Tribunale dell'Aja, la cui fondazione era necessaria e il cui lavoro particolarmente prezioso,purtroppo non ha significativamente contribuito alla pacificazione e al confronto con il passato.  L'ampia documentazione che ha e' un custode di verita', ha confermato che non ci sono gli impunibili, ha provato la portata dei crimini, pero' ci aspettavamo di piu'. Forse ci aspettavamo anche troppo, confidando che le prove e i fatti, i cimiteri e i testimoni del male, potessero essere sufficienti per riconoscere il crimine e esprimere almeno un po di compassione per le vittime.

Le dichiarazioni come queste di Milorad Dodik, presidente della Repubblica Serba, non accendono la speranza che cio' avvera' in tempi brevi:

"Nonostante come sara' la sentenza, abbiamo tutti la sensazione che cio' sia nell'ambito di quello che finora abbiamo visto contro i Serbi, Ratko Mladic rimarra' una legenda per il popolo serbo. Un uomo che ha messo tutte le sue capacita' professionali ed umane al servizio della difesa e della liberta' del popolo serbo ovunque esso si trovi. Un uomo che ha comandato l'esercito della Repubblica Serba, esercito che ha difeso la liberta' di questo popolo e esercito che ha fatto si che si costruisse la Repubblica Serba".

https://www.youtube.com/watch?v=SwChX2Ih91c&sns=em

pro dialog