Premio Internazionale Premio Internazionale Premio 2008: Somalia Sequestro Ayuub

Premio regolamento Libro Premi Langer alla CAmera Anna Bravo: il filo rosso dei Premi I premi 1997-2018 Premio 1997 Algeria Premio 1998 Ruanda Premio 1999 Cina Premio 2000 Kosovo-Serbia Premio 2003 Italia Premio 2004 Polonia Premio 2001 Israel-Palest. Premio 2002 Ecuador Premio 2005 Bosnia Erzegovina Premio 2007 Sudafrica Premio 2006 Indonesia Premio 2008: Somalia
Sequestro Ayuub
stampa link motivazione
premio 2009: Iran premio 2010 Fondazione Stava premio 2011 Haiti premio 2012 Tunisia premio 2013 - Donatori di musica Premio 2014 Borderline Sicilia Premio 2015 - Adopt, Srebrenica premio 2017 - AngaliĆ  - Asgi premio 2018 - Istituto Arava
premi Langer 1997- 2011 (18) Premio 2004 (2) Premio 2005 (13) Premio 2006 (8) Premio 2007 (15) premio 2008 (18) premio 2008 -II (18) premio 2009 (36) premio 2010 (6) premio 2011 - haiti (36) premio 2012 - Tunisia (26) premio 2013 - Donatori di musica (15)

XORRIYAD. Sequestrati in Somalia rappresentanti del villaggio Ayuub premio Alexander Langer 2008

22.7.2008, Fondazione-Stiftung

XORRIYAD, libertà per i sequestrati di Ayuub in Somalia, era scritto sulle magliette durante gli incontri di Bolzano, Salorno e Trento che hanno consentito di conoscere il prezioso lavoro dei destinatari del premio Alexander Langer 2008. Un filo di tristezza e di preoccupazione ci ha accompagnato e rimane, in attesa di un segno di speranza che tarda a venire.
Con grande preoccupazione avevamo avuto notizia che Mahamud 'Abdi Aaden e Faaduma Suldaan 'Abdirahman sono stati sequestrati da un gruppo armato, del quale non si conosce l'identità, mentre viaggiavano da Merka all'aereoporto di Mogadiscio per raggiungere Bolzano e Trento dove avrebbero dovuto prendere parte alla cerimonia per l'assegnazione del premio Alexander 2008 al villaggio di Ayuub che si è svolta venerdì 4 luglio.Sequestrati con loro anche l'autista,Mohadey, un assistente dell'orfanatrofio Ali Ma 'ow e un agronomo della Fao Mohamed Sheekh.

 

Questo è l'appello cantato Abdullahi, Mataan, Yussuf, Beate, Khalima, Habiba a Trento sabato 5 luglio 2008 durante l'incontro di presentazione del Premio:

 

Le persone che avete rapito e alle quali avete tolto la libertà

e che avete legato nel bosco,

sono civili innocenti.

Vi chiediamo un atto d'umanità:

liberate Faduma, Mahamus e i loro amici.

Le persone che avete rapito

non hanno partecipato alla guerra

e non hanno incitato all'odio,

ma hanno costruito scuole

per istruire i nostri bambini.

 

 

 
pro dialog