Fondazione Fondazione bacheca 2020

Statuto CdA - Revisori Comitato Scientifico-Garanzia bacheca 2005 bacheca 2006 bacheca 2007 bacheca 2008 bacheca 2009 bacheca 2010 bacheca 2011 bacheca 2012 bacheca 2013 bacheca 2014 bacheca 2015 bacheca 2016 bacheca 2017 bacheca 2018 bacheca 2019 bacheca 2020
Albania 1990-2020
Bergamaschi Paolo-info Mezzalira Giorgio Info memoria adelaide aglietta andreina emeri anna segre anna bravo lisa foa renzo imbeni marino vocci giuseppina ciuffreda José Ramos Regidor clemente manenti simone sechi Programma attività bilanci consuntivi Relazioni finali findbuch - archivio Quaderni della Fondazione
RE 2009-giardino dell'Arca (18) Spazio all'integrazione! (12)

Bolzano, 23 Ottobre 2020 - Presentazione da remoto del Libro : "Alexander Langer : Quei Ponti sulla Drina, Idee per un'Europa di Pace"

10.10.2020, Fondazione - rettifica

Bolzano, 23 Ottobre 2020 - ore 16
Presentazione da remoto del Libro edizioni Infinito:
"Alexander Langer : Quei Ponti sulla Drina, Idee per un'Europa di Pace"

L'evento in presenza è stato sostituito, in seguito a raccomandazione Covid, con diretta online DA REMOTO sulla pagina Facebook della Fondazione Langer e con un'evento su piattaforma Zoom.

Si consiglia di segnalare interesse tramite mail a info@alexanderlanger.net


Da quando è stato eletto parlamentare europeo, nel 1989, Alexander Langer ha osservato da vicino e con lucidità gli eventi che hanno portato alla transizione dell’Albania da dittatura a
repubblica e alla disgregazione della Jugoslavia.
Gli interventi e gli articoli (dal 1989 al 1995) raccolti in quest’antologia testimoniano il suo impegno per sostenere le forze di conciliazione interetnica e tra gruppi nazionali come contrasto all’acuirsi dei nazionalismi.
Rileggere i suoi scritti fornisce oggi un’opportunità di conoscere le vicende di quei popoli nostri vicini, appena al di là del mare Adriatico, nonché di ripensare il ruolo fondamentale che potrebbe avere l’Unione europea per il benessere e la pace in quei Paesi.
“In Bosnia Erzegovina come nel resto d’Europa l’opera di Alex Langer continua ‘in ciò che era giusto’”. (Paolo Bergamaschi)
“Leggere oggi questi testi è fonte di ispirazione: mostrano una politica fondata sul rispetto delle decisioni democratiche, sul coinvolgimento della società civile e sui diritti della persona; una politica autentica, diversa dalle politiche di palazzo; una politica che mira a risolvere pacificamente i conflitti”. (Sabina Langer)
“Questa lettura è un itinerario via via più precipitoso verso una doppia rovina: la morte di Alex e la catastrofe di un orrendo crimine genocida nell’Europa dopo Auschwitz”. (Adriano Sofri)

Intervengono:
Sabina Langer - Milano/Bolzano, redattrice, dottoranda
Francesco Palermo - Eurac Reserch Bolzano, Università Verona
Maja Husejic - Mostar/Trento, "Associazione Trentina Accoglienza Stranieri "
Paolo Bergamaschi - Viadana, scrittore, musicista, già consulente PE
Edi Rabini- Fondazione Alexander Langer Stiftung
Messaggio Video da Adopt Srebrenica (BiH)

 
RECENSIONE DI Gabriele di Luca - La pazienza della convivenza

RECENSIONE  DI  di Michael L. Giffoni 21-10-2020

Quei ponti e quei muri.
Alexander Langer, i Balcani, la disgregazione della Jugoslavia
e la speranza di un’Europa di pace.

pro dialog