Scritti di Alexander Langer

News

News luglio/Juli 1985: Narges Mohamadi - Andreina Emeri (29.7.2020) CALL PER SERVIZIO CIVILE IN FONDAZIONE ALEXANDER LANGER STIFTUNG (22.7.2020) giugno/luglio 2020: da Alexander Langer a Srebrenica (30.6.2020) 4 giugno: da Tienanmen a Hong Kong, prima che sia troppo tardi (4.6.2020) Maggio 2020: News Fondazione Alexander Langer Stiftung, Onlus (26.5.2020) Lettera aperta alle istituzioni: Accoglienza senza fissa dimora a Bolzano durante la cd. Emergenza CoVid-19 (20.3.2020) Alexander Langer, Srebrenica e l'anno che verrà (3.3.2020) 2020: Alexander Langer e Srebrenica, 25 anni dopo (3.3.2020) Khalida Toumi, Narges Mohammadi, Anna Bravo...e l'anno che verrà (25.12.2019) Yallah?! Über die Balkanroute / Sulla rotta balcanica - Evento pubblico 28 ottobre (19.10.2019) Bolzano, Verona, Bologna: Invito presentazioni del libro di Ilaria Maria Sala PECHINO 1989 (31.5.2019) Fondazione Alexander Langer Stiftung, onlus (3.4.2018) I quaderni della Fondazione Alexander Langer Stiftung (30.10.2017) Il Sudtirolo: territorio di accoglienza, di transito e di confine Sguardi sulla situazione attuale da diversi punti di vista Südtirol & Menschen auf der Flucht: Aufnahme-, Transit- und Grenz-Land (2.6.2016) 5‰ cinque per mille e sostegno - Fünf Promille und Unterstützung (27.5.2015)

giugno/luglio 2020: da Alexander Langer a Srebrenica

30.6.2020

«In questi tempi di incertezze, attesa e ricordi dolorosi, legati al nostro - non tanto lontano - passato, ho riletto la lettera di Alexander Langer a San Cristoforo, tradotta da Liliana (la Fondazione Alexander Langer prepara una pubblicazione in lingua bosniaca e la lettera ne farà parte). Per l’ennesima volta, questo uomo straordinario mi ha costretto a riflettere. Durante la guerra continuavamo a ripetere che, una volta finita, sarebbero cambiate molte cose nella nostra vita, perché la guerra ci avrebbe “insegnato” quali sono le cose importanti e che le cose materiali non possono sostituire quei piaceri che possiamo trovare nei piccoli gesti quotidiani, perfino nel pane fatto in casa. Purtroppo, in realtà, nulla è cambiato: anche oggi è considerato fondamentale avere la casa, il cellulare, i vestiti griffati ... Ora stiamo sentendo le stesse frasi, le stesse storie e non solo da parte dei bosniaci e però ... Speriamo sinceramente di vedervi presto. Dobbiamo...»

Irfanka Pašagic - Tuzla (Una città n. 266 5/2020) 

3 luglio - 11 luglio 2020. A 25 anni dalla scomparsa di Alexander Langer iniziative spontanee a Srebrenica, Sarajevo, Firenze, Verona, Bolzano, ripropongono l’attualità della sua opera di conciliazione.

 

A Firenze,Venerdì 17 luglio, ore 9.00-19.00 presso il Teatro della Compagnia, Via Cavour 50/r
Giornata di studio per il 25.mo della scomparsa di Alex Langer
promosso dall’associazione Greenaccord Onlus e dalla Regione Toscana il 6 marzo a Firenze, si propone di celebrare la figura carismatica e profetica di Alex Langer a 25 anni della sua scomparsa.

 

A Srebrenica e Sarajevo… la pittura e le opere (laboratorio è stato rinviato causa Covid19)
Džino Azem, presidente dell'Associazione di Ecologia "Arboretum", ha organizzato un laboratorio di pittura presso il Museo di Storia della Bosnia Erzegovina per ricordare il «25esimo anniversario della morte di Alex Langer, grande amico della Bosnia». Al laboratorio (olio su tela) parteciperanno circa trenta studenti assistiti dal pittore Safet Zec, con tema: l'operato e il pensiero di Alex Langer. Lo scrittore Fahrudin Kučuk reciterà una delle sue poesie e regalerà ai partecipanti una copia del suo ultimo libro. Il laboratorio sarà accompagnato da momenti musicali.

Safet Zec, artista bosniaco di fama internazionale, espone dal 7 luglio al Memoriale di Potocari e alla Vijcnika di Sarajeco il suo ciclo Exodus. Safet Zec ha esposto vari suoi quadri al Convegno della Fondazione a Tuzla (Ventennale di Srebrenica 2015) e realizzato una mostra dedicata ad Alexander Langer a Treviso nel 2014.

A Firenze… in cammino con Alex
A passeggio nei luoghi della sua Firenze: performance artistiche, interventi, ricordi, per chi vuole capire, conoscere, “continuare in ciò che è giusto”.
Ritrovo in Piazza Ferrucci, il 3 luglio alle ore 16.45. Tappa a Piazzale Michelangelo con performance artistica alle ore 19:15. Arrivo in piazza Giuseppe Poggi alle ore 19:45. A seguire fino
alle 21 per scambiare ricordi, pensieri e soprattutto utopie concrete
Dalle 19:15 diretta Facebook sulla pagina di Pressenza Italia.
Iniziativa promossa da: Extinction Rebellion, Piccola Scuola di pace Isolotto, Agenzia Pressenza, Ecolobby, Adf, Fridays For Future Firenze.
  
A Verona...Il lascito di Alex un quarto di secolo dopo
a cura del Gruppo giovani del Movimento Nonviolentoo

Qui per  rivedere l'incontro

Un dialogo a 4 tra Elena Buccoliero (Ferrara), Gabriella Falcicchio (Bari) , Daniele Taurino (Roma)  e Mao Valpiana (Verona), con inserti video di Alex (ne abbiamo scelto tre, sul Verona Forum, i disertori ex Jugoslavia e gli obiettori israeliani e palestinesi), foto di Alex, interventi di Andrea Maori e Marta Palazzi (archivi di RadioRadicale), Marzio Marzorati (educazione ambientale), Paolo Bergamaschi (politiche europee) . La "regia" sarà di Daniele Quilli
Intervento introduttivo di Mao Valpiana 

A Roma, villa Torlonia,  flash mob Osservatorio Scherwood
venerdì 3 luglio 2020, alle 10, nel Parco di Villa Torlonia a Roma - nel 25mo anniversario della scomparsa di Alex Langer - si terrà un flash mob dal titolo "Noi continuiamo in ciò che è giusto", promosso dall'Osservatorio Sherwood: libere letture dai suoi testi e pensieri sull'ecologia e la pace. Appuntamento presso il viale a lui intitolato nel 2015 dal Sindaco Marino (una intitolazione all'epoca fortemente sostenuta e ottenuta dall'Osservatorio Sherwood).

A Bolzano... Letture e testimonianze video
Il Centro Pace di Bolzano - Friedenszentrum Bozen, ricorda Alexander Langer in un video, pubblicato su e pagine Facebook e Instagram, con letture di suoi testi e testimonianze.

Bolzano - online un documentario su Alex Langer
Il quotidiano bilingue online "Salto.Bz" ha deciso di rendere visibile in esclusiva il bel documentario in lingua tedesca "...macht weiter was gut war, Alexander Langer 1946 -1995", realizzato nel 1997 da Christoph Franceschini & Helmut Lechthaler.

Bolzano Radio Rai - Greenwich
Dedicato anche ad Alexander Langer, il programma settimanale di approfondimento curato da Carmela Marsibilio di sabato 4 luglio. Con interventi di Mao Valpiana, Gabriella Falcicchio, Marta Palazzi

In rete... Diretta streaming a cura dell'Associazione Rosabianca
"Alex, carezza di Dio per i costruttori di futuro." - Sono previsti gli interventi di Leoluca Orlando, Giuliana Martirani, Lidia Leonelli Langer e Grazia Villa, in ricordo di Alexander Langer, costruttore di ponti, varcatore di confini. Da venerdì 3 luglio alle ore 20.30, sarà possibile seguire la diretta streaming in facebook.
 
Radio3 - Wikiradio - 3.7.2013
Alessandro Leogrande ricorda Alexander Langer

Fondazione Giangiacomo Feltrinelli - da oggi in rete
'Più lento, più profondo, più dolce' scriveva Alexander Langer a proposito di uno sviluppo sostenibile all'insegna di una conversione ecologica individuale e sociale e di un benessere reale basato sulla qualità anziché sulla quantità.
Per la rubrica #CosediSinistra, riproponiamo il testo I verdi e la Sinistra di #AlexanderLanger, a 25 anni dalla scomparsa del politico ambientalista e scrittore.
Con una introduzione di Sabina Langer e Nazario Zambaldi di Fondazione Alexander Langer Stiftung e con un commento di Terre in movimento - Ecologia Popolare

In rete... video "Idee in Movimento"
È disponibile inoltre su Youtube il video: “Idee in Movimento”, l'intero DVD realizzato nel 2017 dalla Fondazione Langer e dal Movimento Nonviolento con interventi di Alexander Langer ad Assisi 1987 e 1994, sui conflitti nei Balcani e al Parlamento Europeo.

Altre riflessioni e ricordi sono pubbicati su apposita sezione del sito



11 LUGLIO 2020:
RACCONTI, SERVIZI GIORNALISTICI, TESTIMOMNIANZE

 

 

Letture: Ai margini dell'incontro di Vipiteno/Sterzing il 22 e 23 febbraio 2020
Dedicato ad Alexander Langer nel giorno e luogo della sua nascita, la rivista Vipiteno Cultura (maggio 2020) ospita una significativa riflessione di Mario Sartori su Ambiente, cultura e partecipazione, a partire dal testo di Langer “Perdersi per trovarsi, la terra in prestito dai nostri figli”.

Trieste: "11 luglio 1995 / 11 luglio 2020 - Non dimenticare Srebrenica"
Presidio dalle ore 11 in piazza della Borsa, a cura dell'Associazione culturale "Tina Modotti".
«Letture, pensieri, discussioni intorno a un fatto storico che ancora lacera le coscienze e che proprio per questo deve essere ricordato. Affinché la verità si affermi definitivamente e le morti trovino una giusta collocazione memoriale, anche nella nostra Trieste. La condanna del massacro di più di 8.000 maschi bosniaci di cultura e/o di religione musulmana, avvenuto nel cuore dell'Europa, può e deve entrare a far parte del patrimonio condiviso dei nostri popoli. Contro ogni nazionalismo, contro il razzismo.» (Sabina Nuhefendic - Gianluca Paciucci)
Per informazioni e adesioni: rosa1914rossa@yahoo.it

Documentazione: Premio Carlo Scarpa 2014 - Srebrenica
La Fondazione Benetton ha reso accessibile online la ricca documentazione sul Premio Internazionale "Carlo Scarpa per il giardino" conferito nel 2014 ai Villaggi Osmače e Brežani, situati nel Comune di Srebrenica, nella Bosnia orientale ai confini con la Serbia.

Intervista: Selim Bešlagić: "Non fuggire dalla politica"
Selim Bešlagić, già sindaco di Tuzla durante la guerra degli anni '90, venne accusato di crimini di guerra dalla magistratura serba e fu oggetto di un mandato di cattura dell'Interpol, poi revocato. Punto di riferimento per l'attivismo civico, l'ex sindaco ci parla della Bosnia di oggi, dei giovani e la politica e della sua città. Intervista di Alfredo Sasso per Osservatorio Balcani Caucaso (25-5-2020).

Inchiesta: Pandemia. Verso un sistema sanitario di comunità. Il contributo del terzo settore
Nei giorni del lockdown, Giulia Galera ha realizzato un’ampia inchiesta sul sistema sociosanitario italiano alla prova dell’emergenza Covid. Ha intervistato operatori e dirigenti sanitari, responsabili di istituzioni pubbliche e di terzo settore, ha confrontato e ordinato le loro opinioni nonché un’imponente mole di contributi pubblicati. L’inchiesta si propone di trarre un insegnamento dalla “crisi Covid” ai fini di un’evoluzione del sistema sanitario e del ruolo che il Terzo settore potrebbe avere. L’ originale lavoro è pubblicato da Impresa Sociale, unitamente al Numero 2-2020.


5 x 1000 - FONDAZIONE ALEXANDER LANGER STIFTUNG - CF 94069920216 St.Nr.


 
pro dialog